News

Novità » Article

Avesco Operator Challenge: Herren e Juchler si qualificano per Malaga

I vincitori raggianti: Andreas Juchler (a sinistra) e Michael Herren sono i vincitori della gara tenutasi su suolo nazionale e rappresenteranno la Svizzera alla Global Operator Challenge che si terrà in ottobre. La semifinale avrà luogo sull’area del Caterpillar Demonstration & Learning Center di Malaga, in Spagna.

Una delle prove consisteva nel riuscire, a bordo di un miniescavatore 302 CR, a gettare un sanpietrino il più lontano possibile, entro un perimetro delimitato.

Durante la seconda prova i partecipanti hanno dovuto caricare un dumper con un escavatore cingolato 323 di ultimissima generazione.

Istruzioni prima di iscriversi.

Il percorso di gara a colpo d’occhio.

Amatissimo dai fan della Cat di tutte le età: anche il Cat Shop mobile di Avesco era presente all’Operator Challenge.

Con degli ammiratori così, non si può che andare fieri.

Tra una gara e l’altra, i visitatori hanno avuto la possibilità di ammirare le ultime novità, come il miniescavatore 303.5 CR (a sinistra) o il modello 308 CR (sullo sfondo).

Michael Herren (36), imprenditore nel settore del genio civile, e Andreas Juchler, giardiniere paesaggista (25), sono saliti sul podio, qualificandosi per la semifinale di ottobre. I due vincitori hanno saputo risolvere le tre prove con successo, superando oltre 80 concorrenti.

Solo 9 secondi. Questa la differenza che, la sera della prima giornata di gara, sabato 28 maggio, separava il primo dal secondo classificato. Erano circa le 18.00 quando Andreas Juchler, visibilmente emozionato, è stato premiato da Peter Meyer, responsabile Vendite presso Avesco.

Andreas Juchler: un pomeriggio incredibile

Il pomeriggio è stato a dir poco incredibile per il venticinquenne di Rümlang (ZH) che di professione è giardiniere paesaggista. Juchler si è iscritto alla gara direttamente sull’area della cava di Weiach ZH, dove si è tenuta la competizione. È stato infatti uno degli ultimi concorrenti a cimentarsi con le tre prove. «Ero andato all’evento in compagnia di alcuni colleghi. Quando ero lì mi sono deciso a partecipare, di pancia, così sui due piedi», esclama.

Alla fine, chi la dura la vince: mentre alla prima prova, alla guida di un grande escavatore Cat 323 (25.6 t) di ultima generazione, Juchler era soltanto al 13° posto, ecco che con il miniescavatore 302 CR (2.25 t) è balzato in 4a posizione per poi aggiudicarsi il 2° posto durante l’ultima sfida, quella a bordo di una caricatrice gommata compatta 906 M (5.6 t).

Per Michael Herren regalo di compleanno anticipato

Altrettanto risicata è stata la decisione alla fine del secondo giorno di gara. La differenza tra i tempi totalizzati dai quattro partecipanti che avevano messo a segno i risultati migliori non superava i 55 secondi. Per finire tuttavia, con grande destrezza, il trentaseienne Michael Herren, imprenditore nel settore del genio civile, di casa a Frauenkappelen, si è fatto un regalo anticipato, quattro settimane prima del suo compleanno. Herren è arrivato secondo alla prova con la 323, nota bene con soltanto 3 secondi di ritardo rispetto al miglior tempo, e primo alla prova a bordo del miniescavatore.

«La Next Gen 323 è la mia macchina preferita. Lavoro con questo escavatore anche in azienda. Sono molto soddisfatto del risultato, è un grande onore essermi qualificato per il Campionato internazionale di Malaga e poter rappresentare la Svizzera alla gara», afferma entusiasta, tenendo in braccio la figlioletta Amy di due anni.

I complimenti di Avesco ai vincitori

Anche Avesco ha fatto i complimenti ai due vincitori.

Il consulente di vendita Martin Münger ha detto con soddisfazione: «Voglio complimentarmi calorosamente con Michu per questo fantastico traguardo. Lo conosco da tanti anni e siamo legati sia da un rapporto di amicizia che di lavoro. Posso solo dire una cosa: Michael non è soltanto un uomo eccezionale, è questo già si sapeva, è anche uno specialista altamente professionale e competente nel settore della costruzione, e un eccellente operatore».

Sono ormai molti anni che il consulente di vendita Avesco Raffael Koller conosce e offre consulenza alla famiglia Juchler e all’azienda Juchler Tobias AG, con sede a Rümlang, specializzata in giardinaggio e sistemazione del paesaggio. Accanto ai coniugi Tobias e Heidi, lavorano nell’azienda di famiglia anche i figli: Andreas e Jasmin.

«Ci conosciamo e ci stimiamo a vicenda, da diverso tempo. La famiglia Juchler conduce l’azienda con passione ed entusiasmo, ci mette il cuore in tutto quello che ruota attorno al settore del verde. C’è davvero di che andare fieri, Andreas è un ragazzo in gamba, e non soltanto per il successo conseguito sul terreno di gara. Naturalmente ora gli tengo i pugni per la semifinale, la Global Operator Challenge che si disputerà a Malaga, in ottobre», commenta Koller.

Pronti per la semifinale

Per i due vincitori dell’Avesco Operator Challenge il viaggio continua in ottobre 2022: come rappresentanti della Svizzera, Herren e Juchler parteciperanno infatti alla semifinale di Malaga, in Spagna, dove i vincitori delle Operator Challenge nazionali, tenutesi in Europa, Africa e Vicino Oriente si daranno appuntamento. Chi sale sul podio a Malaga si qualifica automaticamente per la finalissima: la Global Operator Challenge che in marzo 2023 avrà luogo a Las Vegas, negli Stati Uniti, nella cornice dalla grande fiera di macchine edili CONEXPO-CON/AGG. Sono oltre 80 i concessionari Cat che organizzano competizioni a livello nazionale.

 

Classifica 1° giorno

Classifica 2° giorno

 

Weiach Historik: un evento sempre atteso
Nei due giorni di gara, sull’area in cui si è disputata l’Avesco Operator Challenge, si è tenuta anche la «Weiach Historik» (weiachhistorik.ch), un altro evento sempre atteso, in cui i riflettori sono puntati sugli oldtimer, ma non solo. Complici il cielo azzurro e le temperature quasi estive, ben 15 000 i visitatori si sono recati all’evento per ammirare l’ampia esposizione di macchine edili d’epoca. In bella mostra c’erano anche le ultimissime novità e i visitatori hanno avuto modo di vedere all’opera alcune tra le macchine più innovative.