News

Novità » Article

EvoQuip Bison 160 alza l’asticella nell’efficienza energetica

Il frantoio a mascelle Bison 160 di EvoQuip lavora con trasmissione diesel-elettrica. Il consumo carburante si riduce in modo significativo.

Malgrado le dimensioni ultracompatte e la facilità di trasporto, il Bison 160 è in grado di affrontare egregiamente anche gli interventi più impegnativi richiesti dal settore del trattamento inerti.

Grazie al tipo di costruzione con cui il Bison 160 è stato concepito, l’alimentazione avviene in modo efficace, è facile far confluire il materiale da trattare. Le aziende attive nell’ambito del riciclaggio posso inoltre sfruttare i sollevatori muniti di gancio disponibili in loco per spostare il frantoio dove occorre all’interno del cantiere.

Nel concepire il design del Bison 160 EvoQuip si è posto l’accento su due caratteristiche: facilità di trasporto e facilità di accesso ai punti di manutenzione.

EvoQuip lancia sul mercato il suo primo frantoio a mascelle diesel-elettrico con gancio sollevamento, perfetto per i cantieri urbani. Ora in vendita anche in Svizzera, su ordinazione.

EvoQuip è un marchio che si è fatto un nome per i frantoi e i vagli compatti. Il Bison 160 Hybrid è il quarto modello di questa apprezzata serie, ma il primo che sfrutta la tecnologia della trasmissione ibrida diesel-elettrica (alimentazione possibile dalla rete), riducendo così i costi operativi, le emissioni foniche e la produzione di CO2. Tutte caratteristiche che fanno del Bison 160 Hybrid la macchina ideale per lavorare nelle aree urbane.

Il Bison 160 a doppia propulsione è equipaggiato di un consolidato frantoio a mascelle, con dimensioni 700 mm x 500 mm (28" x 20"), regolabile mediante sistema idraulico e dotato di una semplice leva a gomito.


Vantaggi della trasmissione elettrica

L’innovativa trasmissione elettrica permette le manovre a marcia indietro, utili se bisogna ad esempio eliminare un intasamento oppure se si lavora nel settore del riciclaggio dell’asfalto, e garantisce una migliorata efficienza, a 360 gradi. L’intero impianto può essere allacciato direttamente alla rete elettrica, riducendo emissioni e inquinamento fonico. La lamiera deviatrice, disponibile come optional, è collocata in prossimità della mascella mobile e protegge il nastro trasportatore, deviando le armature sul nastro di evacuazione.


Ideale in spazi ridotti

Il frantoio a mascelle Bison 160 è una macchina estremamente adattabile e versatile, concepita ad hoc, tenendo conto delle esigenze specifiche dell’utenza. Una volta sul cantiere, è messa in servizio in pochi minuti. È la soluzione ideale per le imprese di costruzione e per gli operatori che lavorano in cantieri dove manca spazio. Trasporto facile, dimensioni compatte, ottima manovrabilità e rapidità di installazione – tutti attributi che fanno del Bison 160 la macchina perfetta.

Il Bison 160 Hybrid è ideale anche per il settore del riciclaggio, sotto il frantoio c’è infatti molto spazio e la distanza tra nastro di scarico e magnete è corta. Il magnete permette di eliminare l’acciaio di armatura e di evacuarlo a destra o a sinistra, a seconda di come è configurato il cantiere.


Nel riciclaggio e in loco

Il nuovo Bison 160 dispone di un alimentatore vibrante ad alta prestazione, dotato di comando intelligente, basato sul consumo energetico e sul livello del carico, in modo da garantire portata e flusso ottimali.

L’impianto è ideale per le aziende attive nel settore del riciclaggio e che per movimentare il materiale da destinare al trattamento inerti hanno a disposizione sull’area aziendale veicoli di sollevamento provvisti di gancio. Grazie alla sua facilità di trasporto, il Bison 160 si presta perfettamente per i lavori di riciclaggio da svolgere direttamente in loco.


Accesso facilitato ai punti di manutenzione

Matt Dickson, responsabile EvoQuip per la serie Bison puntualizza: «La manutenzione facilitata è da sempre una delle caratteristiche inconfondibili degli equipaggiamenti EvoQuip, e il Bison 160 Hybrid non è da meno. Ai punti di manutenzione si accede in modo ottimale».

Il design del nuovo frantoio a mascelle è un binomio vincente di compattezza e forza. Il Bison 160 è infatti sufficientemente compatto per trovare posto in un container standard (tipo 40 Fuss High Cube), ma anche sufficientemente potente per affrontare le sfide più impegnative.
 

Vai al prodotto: EvoQuip Bison 160

 

Desiderate saperne di più sulle soluzioni Avesco per il trattamento inerti? Contattateci! Michael Schöni, responsabile prodotto, telefono 062 915 86 26, michael.schoeni@avesco.ch