News

Novità » Article

Il nuovo TEC TB20 fissa lo standard per gli escavatori galleria compatti

Grazie all’innovativo sistema di portata idraulica maggiorata di cui è provvisto il TEC TB20 l’operatore può suddividere, in base al fabbisogno, la potenza tra l’attrezzatura di lavoro e l’aggregato.

Due circuiti separati l’uno dall’altro, provvisti ognuno di pompa idraulica, sono a disposizione per l’attrezzatura e l’aggregato.

L'escavatore galleria è concepito in formato compatto, con posteriore girosagoma. Ciò facilita le manovre in spazi ristretti.

Il carro Heavy Duty garantisce un’ottima stabilità.

Massiccia lama dozer.

Un’articolazione aggiuntiva nel braccio migliora la libertà di rotazione.

Il cilindro della benna è collocato sul lato inferiore del braccio. In questo modo si garantisce una maggiore protezione in caso di caduta massi.

Un bel vantaggio nella costruzione gallerie: telecamera a infrarossi retrovisiva e laterale.

Con questa innovativa macchina 18 t, i costruttori hanno a disposizione la soluzione più performante e tecnologicamente più avanzata per le sezioni più piccole della galleria. La nuova portata idraulica maggiorata garantisce una produttività e una flessibilità eccezionali per l’utilizzo di vari aggregati. Il nuovo TEC TB20 è da subito disponibile sul mercato svizzero ed europeo.

Il TEC TB20 è stato riconcepito ex novo. La macchina ha un peso operativo di 18 tonnellate ed è stata pensata in modo coerente per garantire un avanzamento in condizioni impegnative e anche in corrispondenza di piccole sezioni, allargamenti o per la fresatura delle nicchie dove collocare trasformatori e installazioni elettriche. Nel segmento degli escavatori galleria di medie dimensioni, fino a 20 tonnellate, offre la massima prestazione e le funzionalità più all’avanguardia attualmente disponibili sul mercato europeo.

Un gran numero di caratteristiche aumentano la produttività e abbassano i costi di manutenzione.

Lavorare al massimo livello di produttività e con una flessibilità mai vista finora è possibile grazie alla portata idraulica maggiorata per aggregati con una potenza fino a 100kW. L’High Flow offre due circuiti idraulici separati per l’equipaggiamento di lavoro e per gli aggregati. In questo modo l’operatore può indirizzare la prestazione idraulica della macchina esattamente lì dove necessario e sfruttare al massimo la potenza pari a 140 kW che il motore diesel offre.

Tra gli altri equipaggiamenti all’avanguardia si annoverano: carro Heavy Duty, massiccia lama dozer, braccio brandeggio realizzato in acciaio a grana fine di elevata qualità, cilindro della benna collocato sul lato inferiore del braccio, carro principale robusto e ultracompatto.

«Uno strumento performante per i professionisti della costruzione gallerie»

Patric Glauser, capoprogetto Tecnica della costruzione presso Avesco: «Grazie a questa macchina i professionisti della costruzione gallerie potranno contare su uno strumento altamente performante per un gran numero di lavori. Avanzamento mediante fresa e martello, riprofilatura del fronte di scavo, collocamento di centine metalliche non sono che alcuni esempi. Grazie all’High Flow è possibile porre delle priorità tra utilizzo degli aggregati e velocità di manovra, una cosa indipendentemente dall’altra, il che è eccezionale nel nostro ramo!».

 

Volete saperne di più sul nuovo escavatore galleria TEC TB20? Prendete contatto con Patric Glauser, capoprogetto Tecnica della costruzione, tel. 062 915 81 84, e-mail patric.glauser@avesco.ch.