News

Novità » Article

Alimentazione elettrica d’emergenza per «la Mobiliare» - da oltre 35 anni

I tre nuovi gruppi elettrogeni Cat C18 ACERT™ utilizzano avanguardistici motori diesel Cat C18 ACERT™ in linea, con sei cilindri, quattro tempi e una potenza di 660 kVA.

È dalla metà degli anni Ottanta che i gruppi elettrogeni Cat® sono in funzione presso la sede bernese di la Mobiliare. Ora è in servizio un impianto di ultimissima generazione.

L’impianto installato presso la Mobiliare garantisce la sicurezza del data center interno dell’azienda, in cui sono salvate le informazioni che concernono tutte le filiali. Nel nostro edificio, è fondamentale fornire elettricità al data center 24 ore su 24 e 7 giorni su 7. «Avendo anche aree accessibili al pubblico, come parcheggi e ascensori, dobbiamo garantire sia l’integrità delle nostre informazioni, sia la sicurezza dei nostri clienti quando si trovano nell'edificio», spiega Beat Müller, esperto di impiantistica e di impianti elettrici presso la compagnia assicurativa, fondata nel 1826.

Dopo quasi esattamente 35 anni di servizio affidabile, nell’ottobre del 2020 era arrivato il momento di sostituire l’impianto esistente, formato da tre generatori del tipo Cat 3412. La modernizzazione prevedeva di sostituire i tre Cat 3412 con tre gruppi elettrogeni C18 di ultima generazione, in grado di fornire ciascuno 520 kW/660 kVA. 

Criteri decisivi per l’appalto

I criteri decisivi al momento della decisione di acquisto sono stati la robustezza, la prestazione e l’affidabilità. Direttamente in loco sono presenti un serbatoio principale da 30 000 litri e tre serbatoi giornalieri da 1500 litri per la fornitura di combustibile.

E, sebbene tre Cat C18 siano pronti a erogare continuamente elettricità in caso di interruzione della fornitura, afferma Mario Rotzetter, responsabile di progetto presso Avesco: «Questa è un’installazione N+1, il che significa che due gruppi elettrogeni sono sufficienti ad alimentare l’intero edificio». Il terzo impianto invece è di riserva, in modo che, anche in caso di grandi lavori di manutenzione, l’alimentazione sia sempre garantita nella sua interezza. «Abbiamo dovuto aggiungere una migliorata insonorizzazione in corrispondenza della presa d’aria e dello scarico perché l'edificio si trova proprio nel cuore della Città di Berna. Un’altra sfida è stata l’installazione dei nuovi gruppi elettrogeni nel piano interrato dell’edificio. Lo spazio era molto limitato e ci siamo dovuti muovere in corridoi stretti e angoli angusti. In altre parole, non soltanto abbiamo dovuto smontare i vecchi generatori Cat per rimuoverli da dove si trovavano, abbiamo dovuto fare lo stesso anche con i nuovi C18 per riuscire innanzitutto a portarli nell’area di installazione. Inoltre, dato che i C18 sono più grandi dei generatori 3412, abbiamo dovuto escogitare un modo per montarli nello stesso spazio.

Sostituzione in pieno esercizio

Per Beat Müller la sfida più grande è stata la sostituzione dei gruppi elettrogeni esistenti con i gruppi nuovi mentre le operazioni erano in corso. Ci siamo costantemente confrontati con i project manager e ci siamo aiutati a vicenda, in modo da portare avanti il progetto senza intoppi. La collaborazione con Avesco è stata davvero impeccabile.

Tra l’altro l’impianto ha già superato la sua prima «prova del fuoco». Di recente infatti è stato fatto un test di blackout e tutto ha funzionato a meraviglia.
 

Desiderate saperne di più sulle soluzioni Avesco in materia di alimentazione di emergenza? Contattateci allo 0848 636 636! Per maggiori informazioni, basta un clic qui.