News

Novità » Article

Via a una nuova era: tra scavi digitalizzati e virtuose opere d’arte

Virtuosismi: l’artista Toni Flückiger, alias Flugo, durante la festa ha dato prova di tutta la sua bravura, intagliando con la sua motosega uno splendido escavatore cingolato in legno. L’opera è stata il regalo di Avesco al Gruppo Merz.

Il presidente del Consiglio di Amministrazione Thomas Merz (a sin.) e il direttore Thomas Widmer, con un escavatore in legno e uno in acciaio.

Protagonista alla festa di inaugurazione: la nuova caricatrice gommata Cat 962M.

Prime esperienze a bordo di 17 nuove macchine edili Cat® e grandi festeggiamenti con un vero e proprio artista della motosega. Il Gruppo Merz inaugura il suo nuovo parco macchine.

«Qualsiasi novità richiede un periodo di adattamento. Anche per il nostro nuovo parco macchine è stato così. Soprattutto in ragione dell’ampio ventaglio tecnologico di cui sono provviste ora le nostre nuove macchine», spiega Thomas Widmer, direttore del Gruppo.

Il Gruppo Merz e il suo direttore hanno indetto una festa a Gebenstorf, nel Cantone di Argovia. Presso la sede principale del Gruppo, attivo sul mercato sia in veste di fornitore di materiale da costruzione sia come impresa edile, si celebra l’entrata in una nuova era.

L’impresa ha sostituito quasi per intero il proprio parco macchine e anche una parte degli aggregati. Adesso il Gruppo si avvale di macchine Cat di ultimissima generazione.

Tenuto conto della situazione straordinaria, le macchine sono state consegnate e messe in servizio su una finestra temporale di svariati mesi. Adesso il parco macchine è al completo e sono già stati portati a termine i primi lavori. Thomas Widmer, appare decisamente soddisfatto.

Picchettaggio dello scavo? Ormai è acqua passata!

Qual è il bilancio intermedio che si può trarre da queste nuove macchine? «La motivazione dei nostri collaboratori è alta. Sono entusiasti dei nuovi acquisti. Per noi, come ditta, è soprattutto il sistema di assistenza 3D ad aver apportato un incremento dell’efficienza. Adesso, ad esempio, scaviamo esattamente fin dove è necessario, realizziamo gli scavi subito direttamente. Se tutto funziona, come auspicato, non c’è neppure più bisogno di effettuare un picchettaggio dello scavo, così risparmiamo forza lavoro e i nostri collaboratori possono lavorare in altri progetti e svolgere altre mansioni». Certo, per poter utilizzare le nuove tecnologie non bisogna sottovalutare le esigenze in termini di formazione, ma ne vale assolutamente la pena!

Appello agli studi di progettazione

Il Gruppo Merz ha ormai varcato la nuova era digitale. Thomas Widmer incoraggia gli studi di progettazione, sia di architettura che di ingegneria, a fare la stessa cosa, ai quattro angoli del nostro Paese.

«Ci siamo accorti, sulla base dei progetti realizzati finora, che c’è ancora un certo ritardo nel settore». L’obiettivo è quello di poter ricevere il progetto di costruzione già in formato digitale in modo da poterlo inserire direttamente nel software di bordo dell’escavatore o del dozer.

Tuttavia, per potersi affidare completamente a queste nuove possibilità ci vuole coraggio e fiducia. «Bisogna fidarsi e cominciare a scavare in base al progetto, senza più bisogno di picchettare. Si visualizza tutto comodamente sul monitor in cabina. Questa fiducia si acquista pian piano, con la routine, è quello che stiamo sperimentando proprio ora», afferma Widmer, e aggiunge: «Anche noi dobbiamo ancora farci un po’ le ossa!».

Un regalo per il Gruppo

Con o senza sistema di assistenza, c’è da scommettere che neppure il migliore di tutti gli operatori sarebbe in grado di effettuare uno scavo battendo sul tempo l’artista Toni Flückiger, alias Flugo. In occasione della festa organizzata a Gebenstorf, Avesco, tra gli invitati, ha commissionato all’artista un regalo davvero originale, destinato al Gruppo Merz. Flugo, con la sua motosega, ha fatto volare una grande quantità di trucioli e, con assoluta maestria, in meno di dieci minuti è riuscito a dare forma, partendo da un blocco di legno, a un magnifico escavatore cingolato. Una vera opera d’arte.

 

Articolo: Il Gruppo Merz rinnova il proprio parco macchine – «Sostituire tutta la flotta? Ne vale la pena»

Volete saperne di più sulle macchine edili Cat di ultimissima generazione con sistema di assistenza 3D franco fabbrica? Contattateci! Peter Meyer, responsabile Vendite, tel.: 079 445 00 30, peter.meyer@avesco.ch.