Sistema di rilevamento oggetti per carrelli con motore a combustione interna e controbilanciati elettrici

Avesco Manutenzione è lieta di annunciare l’introduzione di un nuovo sistema di rilevamento oggetti per i carrelli a combustione interna e i carrelli controbilanciati elettrici 1,6 - 5,5T.

Caratteristiche del sistema di rilevamento oggetti

Zone del sistema di rilevamento oggetti

  • Il rilevamento di oggetti in retromarcia avvisa l’operatore con segnalazioni visive e acustiche, in presenza di un oggetto situato direttamente dietro al carrello. La zona dietro al carrello è suddivisa in 3 zone.
     
  • Ci sono inoltre due sensori laterali che rilevano l’eventuale presenza di oggetti su entrambi i lati del contrappeso, essendo questa un'area soggetta a rotazione in fase di sterzatura.
Display

Display

  • Il pannello indicatore, montato sul sostegno anteriore destro del tettuccio di protezione, visualizza una spia a luce fissa verde in assenza di ostacoli nelle zone 1-3.
     
  • Al rilevamento di un oggetto nella zona 1, una spia gialla lampeggia sul display e viene emesso un segnale acustico. La velocità del carrello diminuisce come indicato nella seguente tabella.
     
  • Al rilevamento di un oggetto nella zona 2, una spia rossa lampeggia sul display e viene emesso un segnale acustico. La velocità del carrello continua a diminuire.
     
  • Al rilevamento di un oggetto nella zona 3, una spia rossa si illumina a luce fissa sul display e viene emesso un segnale acustico continuo. La velocità del carrello è limitata come indicato nella seguente tabella.

Impostazioni di fabbrica delle distanze delle zone e della velocità per carrelli con motore a combustione interna

Zone

Distanza
(m)

Velocità
(km/h)

1

9

8

2

6

rallentamento

3

3

4

Impostazioni di fabbrica delle distanze delle zone e della velocità per carrelli elettrici

Zone

Distanza
(m)

Velocità
(km/h)

1

5

8

2

3

rallentamento

3

1

1

Nota: Le distanze delle zone e le relative velocità possono essere configurate in base alle specifiche esigenze del cliente. Il sistema non arresta mai completamente il carrello; l’eventuale completo arresto del carrello è responsabilità dell’operatore.


  • In presenza di un oggetto direttamente dietro al carrello, la trazione in retromarcia viene disabilitata. È possibile riabilitare la trazione mediante la sequenza con il pulsante di conferma, sollevando il piede dal pedale dell'acceleratore, tenendo premuto il pulsante verde e azionando nuovamente l’acceleratore. Quando il carrello si mette in movimento è possibile rilasciare il pulsante.
     
  • Con il carrello fermo, i sensori rilevano l’eventuale presenza di oggetti nelle zone laterali e disabilitano la trazione nella rispettiva direzione. È possibile riabilitare la trazione mediante la sequenza con il pulsante di conferma, sollevando il piede dal pedale dell'acceleratore, tenendo premuto il pulsante verde e azionando nuovamente l’acceleratore. Quando il carrello si mette in movimento è possibile rilasciare il pulsante.
     
  • Sulle macchine a GPL, la bombola è montata sulla parte superiore dell’unità di rilevamento oggetti.
sensori laterali montati

sensori laterali montati

  • I due sensori laterali montati con i sensori di retromarcia controllano la zona direttamente a lato del contrappeso, con il carrello fermo. A causa della necessità di passare in corridoi stretti, questi sensori laterali vengono disabilitati durante gli spostamenti del carrello. Dopo che il trattore rimane fermo per almeno 5 secondi, i sensori laterali vengono riattivati. L’impostazione del tempo è regolabile. Inoltre, la funzione dei sensori laterali di disabilitazione della trazione può essere completamente disabilitata, se necessario in caso di particolari applicazioni.