Pompe di calore

Controllo tenuta circuiti del prodotto refrigerante

Avete fatto installare una pompa di calore?

In base all’ordinanza sulla riduzione dei rischi inerenti ai prodotti chimici, ORRPChim del 18 maggio 2005, il circuito di raffreddamento di impianti e apparecchi contenenti oltre 3 kg di prodotto refrigerante va sottoposto periodicamente a un controllo della tenuta stagna.

Per quanto concerne la frequenza dei controlli fa stato quanto segue

  • Per impianti frigoriferi, pompe di calore e apparecchi assemblati in loco: il primo controllo della tenuta stagna va eseguito 2 anni dopo la messa in esercizio, i controlli successivi sono da effettuare annualmente.
  • Per gli impianti compatti e gli apparecchi acquistati «chiavi in mano», vale a dire pronti per essere utilizzati in officina, in base alla norma SN EN 378: il primo controllo della tenuta stagna va eseguito dopo 6 anni dalla prima messa in esercizio, il secondo controllo dopo 4 anni, e i controlli successivi ogni 2 anni.

Entità dei controlli

  • Esame specialistico, in base al ciclo di controllo raccomandato dalle disposizioni legali.
  • Registrazione del controllo della tenuta stagna nell’apposito libretto.